L’acqua di Abano Montegrotto Terme

L’acqua come fonte di vita

“Già in tempi antichissimi gli uomini erano coscienti che l‘acqua era indispensabile per la vita e per la salute. L‘acqua è l‘elemento dal quale inizia qualsiasi forma di vita, perché dal punto di vista dell’evoluzione, la vita deriva dal mare preistorico e fi no ad oggi, ogni uomo nasce dal liquido amniotico del grembo materno. Alla nascita il nostro organismo è composto per tre quarti da acqua. Questa proporzione, nel corso della vita, diminuisce progressivamente. Con l‘età quindi diventiamo sempre più secchi.
Fermare questo processo di invecchiamento è sempre stato l’obiettivo della ricerca e della cura e allora quale elemento potrebbe essere migliore dell’acqua stessa?”
(da: “I pilastri della salute” di Dr. R Dahlke e altri)

La storia

La lunga storia delle Terme di Abano e Montegrotto si fonde con quella dei colli Euganei e con l’antico culto di Aponus, dio dell’acqua termale e delle virtù curative. Il primo stabilimento termale risale al 184 a.C. Le acque meteoriche, cariche di energia geotermica, sgorgano ad una temperatura costante di 87°C e rappresentano una risorsa unica al mondo.

Le acque

Le acque del bacino termale di Abano e Montegrotto appartengono alla categoria delle acque sotterranee profonde. L’esclusiva preziosità nasce dal lungo viaggio che devono percorrere. L’acqua proviene dai bacini incontaminati dei Monti Lessini, nelle Prealpi, e defl uisce attraverso la roccia calcarea, arrivando fi no ad una profondità di 2000-3000 m. Mantiene un’alta temperatura ed una forte pressione per un percorso lungo circa 80 chilometri per un periodo medio di 25/30 anni, arrichendosi di sali minerali. L’acqua delle Terme Euganee è un’acqua salso-bromo iodica ipertermale con un residuo fi sso a 180°C di 5-6 grammi di sali disciolti per litro.